DERMATOLOGIA VETERINARIA

La dermatologia veterinaria studia la cute e gli annessi cutanei dei nostri animali e le malattie ad esse associate

Visita dermatologica

  • Attraverso una visita dermatologica è possibile diagnosticare le varie malattie cutanee.
  • Durante la visita (45-60 minuti) viene raccolta l’anamnesi (i dati) della vita dell’animale: ad esempio dove vive, cosa mangia e così via; poi si raccolgono i dati sull’insorgenza e l’evoluzione dei sintomi e delle lesioni, gli esami e le terapie eventualmente effettuate in precedenza.
  • Solo a questo punto viene visitato il paziente e si effettuano i diversi esami dermatologici. Se necessario si effettuano anche altri esami (ematochimici, sierologici, ormonali ecc…).
Visita dermatologica

 

 

Esami dermatologici di base

  • Gli esami dermatologici di base sono:

Esame del pelo

è utilizzato per visualizzare il pelo al fine di confermare la presenza di prurito, di evidenziare un’infezione fungina (vedi foto), ectoparassiti (rogne), difetti di pigmentazione e per valutare la fase del ciclo follicolare.

Dermatofitosi in un gatto. Peli destrutturati e ripieni di spore fungine. Campione eseguito tramite esame per strappamento del pelo

Citologia cutanea

è molto utile, aiuta il dermatologo a identificare organismi batterici (vedi foto) o fungini (lieviti) e valutare il tipo di cellule presenti: cellule strutturali epiteliali, cellule infiammatorie e cellule tumorali.

Citologia cutanea di una pustola in un cane con infezione cutanea batterica (piodermite)

Raschiato cutaneo

è uno dei test diagnostici più frequentemente utilizzati. Questi test semplici e rapidi possono essere usati per identificare molti tipi d’infestazioni parassitarie dalla rogna sarcopitica (raschiato superficiale) a quella demodettica (raschiato profondo) vedi foto.

Raschiato cutaneo profondo in un cane: demodicosi

Scotch test

è uno test diagnostico che permette tramite l’apposizione sui peli, croste e cute dell’animale di un pezzo di scotch, la raccolta di elementi diagnostici quali acari, uova, feci di pulci e peli.

Esame dermoscopico

È un’esame molto utile per meglio visualizzare le lesioni e alterazioni cutanee, vascolari e pilifere (vedi foto).

Alopecia congenita di un gatto Sphinx. Particolare visualizzato tramite dermoscopio Dermalite ®

Tamponi ed esami colturali batterici

Tampone cutaneo/auricolare con esame citologico e colturale ed antibiogramma
È l’insieme di esami che servono per identificare, insieme all’esame otoscopico, il tipo di otite presente e di scegliere il trattamento più idoneo ed efficace.

Tampone citologico cutaneo e test di sensibilità antibiotica in vitro.

Esame colturale per dermatofiti (micosi) in DTM/Sabouraud

Consiste nel prelevare peli e croste e metterli in terreni colturali specifici che permettono attraverso la crescita dei funghi di diagnosticare e identificare il tipo di dermatofita presente ed emettere diagnosi di micosi (dermatofitosi).

Biopsie cutanee

È un’esame molto utile e spesso diagnostico per diverse malattie: neoplasie, infezioni, malattie autoimmuni, endocrine ecc.

Esame della lampada di Wood

È una fonte luminosa speciale a ultravioletti (UV) che usa una particolare lunghezza d’onda; questa combinazione particolare fa sì che i peli affetti da alcuni funghi (dermatofiti) appaiono fluorescenti assumendo un colore verde mela brillante(vedi foto)

Esame della lampada di Wood su lesione alopecica in un cane affetto da dermatofitosi
Condividi questo contenuto se ti è piaciuto
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share